Ridurre i consumi di energia elettrica ottimimizzandoli: Sogno o realtà?

Ci sono numerose offerte, soprattutto su internet, che riguardano stabilizzatori di tensione che promettono di far risparmiare anche il 30% sulla bolletta elettrica. A cosa servono questi dispositivi e quando andrebbero utilizzati. Spieghiamo quando conviene utilizzarli e quando non conviene.

Ottimizzazione della tensione

L’ottimizzazione della tensione è una tecnologia di risparmio energetico che, operando attraverso la riduzione sistematica e controllata della tensione di rete, consente di ridurre l’assorbimento dalla rete di potenza attiva e reattiva.

Mentre alcuni dispositivi di “ottimizzazione” della tensione dispongono della regolazione di tensione fissa, altri – come il sistema SWE – regolano la tensione elettronicamente in modo automatico. I sistemi di ottimizzazione della tensione sono solitamente installati in serie alla rete elettrica di un edificio, consentendo a tutte le apparecchiature elettriche installate di beneficiare di una alimentazione ottimizzata. 


Elevati valori di tensione comportano un consumo di energia maggiore del necessario e, di conseguenza, costi elettrici più elevati.

….ma non solo….

 Elevati valori di tensione non sono solo costosi, ma possono anche essere dannosi per le apparecchiature. Una tensione di alimentazione eccessiva produce rumore, calore e ulteriori vibrazioni che sollecitano i componenti interni, in particolare i motori che sono sensibili al surriscaldamento e si usurano più rapidamente.

Quando conviene installare un Ottimizzatore di corrente elettrica?

In Italia, la rete elettrica, dovrebbe garantire una tensione stabile, con un margine di tolleranza in alto o in basso del 10%, un range che, obbiettivamente, è abbastanza sopportabile da quasi tutti i dispositivi connessi, ma va anche detto che, esistono molte aree dove la tensione, sia la 230 V monofase che la 400 V trifase, può non essere quella prevista e spesso si tratta di grossi centri abitati.

Il risparmio effettivo che gli ottimizzatori possono dare, varia da tanti fattori e, in alcuni casi, conviene non installarlo.

Proprio per questo bisogna fare molta attenzione prima di decidere se installare, o meno, un ottimizzatore.

Sistema SWE: prima risparmi e poi installi

Dopo un’attenta analisi sui vostri consumi e dopo una valutazione effettiva sul reale risparmio (o meno) che il nostro sistema di ottimizzazione elettrica “SWE” produrrà, avrete modo di “testarlo” per un periodo medio-lungo e solo dopo aver verificato il reale risparmio potrete decidere se installarlo definitivamente o meno.

Richiedi un ceck-up energetico

MGV offre un ceck-up energetico gratuito che permetterà di valutare se, per la tua azienda, conviene installare un ottimizzatore di corrente elettrica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *